Tinazzi

Tinazzi è la storia di una famiglia che affonda le proprie radici nel vino in Veneto fin nel suo nome; i tinazzi, infatti, nella tradizione locale veronese, erano il termine con cui si definivano i recipienti dove si poneva l'uva a fermentare per fare il vino. La cantina nasce sul finire degli anni '60 nel suggestivo entroterra a ridosso del lago di Garda, quando Eugenio Tinazzi fonda l'azienda vitivinicola a Cavaion Veronese; sin dall'inizio Eugenio è stato coadiuvato dal figlio Gian Andrea, con il quale intraprende una progressiva crescita ed allargamento degli orizzonti.

L'azienda vitivinicola Tinazzi coltiva e produce vini tipici veneti del territorio veronese, come il Bardolino, il Lugana oltre che i vini della Valpolicella, come il Classico, Ripasso e l'Amarone della Valpolicella. La cantina si pone come mission quella di diventare nel mondo un sinonimo di azienda familiare solida e di prestigio, che fa di integrità, umiltà e creatività sostenibile i suoi valori fondanti.

I principi e la mission della cantina sono rimasti intatti nel processo di crescita che ha registrato nel corso della sua storia, espandendo i propri orizzonti anche nel profondo sud, acquisendo in Puglia un feudo prima, il Feudo Croce, un bellissimo casale in cui nome richiama il "Menhir La Croce", un monumento megalitico della zona, importante crocevia di strade in epoca greco-romana, ed una cantina a San Giorgio ionico poi, in una delle aree di maggiore vocazione per il Primitivo, dove la famiglia Tinazzi nel 2011 contribuì a ridare slancio a quella che era una cooperativa in decadenza, recuperando quasi interamente i vecchi conferitori ed attuando un importante processo di innovazione, interpretando la tradizione vinicola pugliese in una nuova chiave moderna.

La cantina Tinazzi, nella sua costante ricerca dell'eccellenza, si caratterizza anche per dei progetti lanciati nel territorio veronese in chiave sociale, come l'orto solidale, il progetto "Progetto Bottega Tettoia Pinardi", un'iniziativa, "Neuroscienze", in collaborazione con l'Università di Verona, o il progetto "lieviti e terroir", un progetto di biodiversità con ceppi di lieviti provenienti dai suoi stessi vigneti.

La cantina Tinazzi propone le linee Cà dei Rocchi, Tenuta Valleselle, Feudo Croce e San Giorgio, che esprimono i due distinti volti della viticoltura pugliese e veneta, accomunati dalla ricerca spasmodica dell'eccellenza che caratterizza la cantina. Dall'Amarone della Valpolicella al Primitivo di Manduria, dal Lugana al Pinot Grigio, dal Valpolicella Ripasso al Bardolino, scorri in basso e scopri tutti i vini delle cantine Tinazzi.

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2