Amarone della Valpolicella

L’Amarone della Valpolicella è uno dei più grandi vini rossi italiani, un rosso dalla straordinaria persistenza, oltre che il vino più prestigioso della Valpolicella. La Valpolicella è un’area vinicola a nord di Verona, la cui tradizione vinicola secolare si protrae sin dai tempi dei Romani; sono stati essi infatti a coniarne il termine, da “Vallis-polis-cellae”, ossia “Valle dalle molte cantine”.

Come molti altri grandi vini, anche la storia dell’Amarone è avvolta nella leggenda. La leggenda vuole che un certo Adelino Lucchese, responsabile di una cantina sociale del territorio, nel 1936 assaggiò del vino secco in una botte di Recioto dimenticata in cantina da diversi anni, ed esclamò: “ma questo non è un amaro, è un Amarone!”.

L’Amarone della Valpolicella nasce dalla fermentazione delle migliori uve passite dei vitigni autoctoni Corvina, Corvinone e Rondinella, ed è possibile optare per altre varietà di uve autorizzate solo per una minima parte. Le uve vengono appassite per un periodo di circa tre mesi in dei fruttai appositi, nei quali la ventilazione ne permette l’appassimento e la protezione da muffe. Il vino viene affinato per un periodo minimo di 2 anni nel caso di Amarone Classico, a partire dal mese di Gennaio successivo alla vendemmia, e per un minimo di 4 anni per l'Amarone Riserva.

La produzione dell’Amarone avviene nella regione della Valpolicella, nella fascia pedemontana che va dal lago di Garda a nord della provincia di Verona: qui la vicinanza alla montagna porta alla creazione di un clima freddo che permette un ottimale sviluppo dell’acidità, fondamentale per sostenere tali vini ricchi e sontuosi, e al contempo la vicinanza al lago preserva i grappoli dalle gelate. Altrettanto importante, come per ogni grande vino, è anche il suolo dove tutto nasce; l’Amarone nasce in suoli caratterizzati dalla presenza di calcare, marne, basalti, suoli poveri che caratterizzano una viticoltura di alta qualità.

Dai produttori storici di Amarone classico come QuintarelliBertani, Zenato, Speri e Tommasi, per passare ad aziende a caratura artigianale come Le Guaite di Noemi, Piccoli o Vogadori, chiudendo con Nicolis, Villa Spinosa e Villa Canestrari, scorri in basso e scopri tutti gli Amaroni della Valpolicella.

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5