Rocche Costamagna

Rocche Costamagna è uno dei più storici produttori del grande vino rosso piemontese: il Barolo. La Cantina iniziò la sua attività nel lontano 1841, come attesta uno storico documento del Regio Comando militare, che cita la concessione del permesso di “commercio di vino al minuto per i vini prodotti dai suoi vigneti” a La Morra.

La Cantina Rocche Costamagna ha sede nel principale degli undici comuni nei quali si può produrre Barolo, a La Morra, nel versante orientale del fiume Tanaro, dove si produce circa un terzo dell’omonimo vino in commercio. La Cantina Rocche Costamagna, dopo un inizio florido, testimoniato anche dalla “Medaglia d'Oro al Gran Premio dell'Esposizione Internazionale di Torino” nel 1911, per aver presentato 50 anni di ininterrotta produzione, seguì un periodo difficile negli anni ‘30, quando alla morte dell’erede gestore della cantina, la moglie cedette le proprietà al di fuori del comune La Morra, limitandosi a vinificare per un consumo personale.

Negli anni ’60 l’erede Claudia Ferraresi, insieme al marito, riprese in mano le redini dell’azienda familiare, affiancando all’originaria professione di pittrice quella di imprenditrice vitivinicola; incrementò l’attività di vinificazione con l’impianto di nuovi vigneti ed iniziò un lento ed accurato restauro dei locali storici. Dagli anni ’80 la Cantina è amministrata dal figlio Giorgio Locatelli che, con passione, cura dei dettagli e sacrificio, porta avanti l’ultra secolare tradizione vitivinicola di famiglia. Dai Langhe Doc ai Barbera d’Alba, oltre alle diverse espressioni di Barolo, scorri in basso e scopri tutti gli eleganti vini piemontesi della Cantina Rocche Costamagna.

Imposta ordine discendente

Imposta ordine discendente