Whisky torbato

Il Whisky torbato è una categoria di distillati scozzesi molto diffusa, caratterizzata da un profumo ed un gusto affumicato più o meno forte, che fa sì che spesso si crei uno spartiacque, tra chi lo berrebbe anche a colazione e chi invece storce il naso per preferire la finezza di whisky più sottili.

Ma andiamo per ordine: come nascono i whisky torbati?  La torbatura in un whisky è una caratteristica che si acquisisce nella prima delle 5 fasi del processo di produzione (fasi che sono maltaggio, infusione, fermentazione, distillazione e maturazione). Nel primo processo, infatti, l'orzo viene essiccato in un forno chiamato "kiln"; qui, in sostituzione o in aggiunta della legna, si può mettere a combustione la torba, così da conferire già al chicco d'orzo questa particolare torbatura che renderà il whisky affumicato.

La torba è un materiale che viene ottenuto da un lento processo di decomposizione di resti di origine vegetale (occorrono millenni) in ambienti paludosi, dove l'umidità, l'abbondanza di acqua e le basse temperature portano ad una decomposizione di sostanze vegetali organiche; queste sostanze, però, non si decompongono completamente, creando questo composto solido dalla consistenza carbonica (la torba, infatti, è uno dei primissimi stadi che porta successivamente alla formazione del carbone).

La torba è molto diffusa nelle isole scozzesi, ed è proprio da lì che infatti provengono alcuni dei migliori whisky torbati (basti pensare alle isole di Islay o Skye); prima del 1900, quando il carbone in Scozia non era ancora presente, la torba era l'unico materiale che veniva bruciato, ed infatti i whisky fino ad allora erano esclusivamente torbati.

Il livello di torba in un whisky si definisce in base al livello di polifenoli presenti in parti di milione (o ppm) nell'orzo maltato; in genere, si considera leggermente torbato un livello di torbatura tra i 5 ed 15 ppm, mediamente torbato una presenza di polifenoli tra i 16 e 39 ppm, e fortemente torbato per valori da 40 in su.

Da Lagavulin a Laphroaig, da Caol Ila ad Ardbeg, da Talisker a The Balvenie, scorri in basso e scopri i migliori whisky torbati.

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4