Bourbon Whisky

Nell'ampio e variegato mondo dei distillati, il Whisky è uno di quegli spirits che rientra tra le categorie più apprezzate; il Bourbon appartiene a questo vasto universo, ma rappresenta una tipologia di whiskey che viene prodotta unicamente negli Stati Uniti, con una storia e delle caratteristiche del tutto proprie. Il Bourbon è un distillato che nasce dalla distillazione di mosto di mais, che è una prima caratteristica differenziante rispetto, ad esempio, all'altrettanto americano Rye Whisky; il mais deve essere presente come materia prima per almeno il 51%, per la restante parte si possono utilizzare anche altri cereali, come il segale ("rye"), grano o anche il malto.

La seconda caratteristica che porta il Bourbon a differenziarsi dagli altri è legata all'invecchiamento; infatti, secondo il disciplinare, il whiskey deve essere invecchiato in botti di rovere nuove e tostate, che gli conferisce una tonalità più ambrata ed un caratteristico sentore di vaniglia. Inoltre, nel caso in cui il Bourbon venga invecchiato per un periodo di almeno due anni, si può indicare in etichetta la menzione "Straight Bourbon".

Il Bourbon whiskey nasce nello stato americano del Kentucky, ma può essere prodotto in tutti gli Stati Uniti; prende il suo nome dall'omonima contea all'interno dello stato, e deriva dalla casata dei Borboni di Francia, che un tempo erano i proprietari degli stati meridionali degli Stati Uniti. Il primo Bourbon whisky è stato prodotto nel 1789 dal reverendo Elijah Craig; si dice che sia stato inventato quasi per caso, infatti la sua effettiva origine è tutt'oggi avvolta nel mistero.  

Una prima versione sull'origine del whisky americano, ed in particolare sull'affinamento in queste particolari botti, vuole che un incendio bruciò delle botti di quercia in cui il reverendo poneva i suoi distillati fatti in casa, e decise di utilizzarli comunque per poi inventare questo stile unico e delizioso. Una seconda, invece, vuole che lo stesso reverendo bruciò volontariamente le botti per rimuovere la puzza di pesce marcio, per poi utilizzarle per invecchiare il distillato. Una terza teoria, che in questo caso segue un filo logico, suppone invece che, considerato che negli Stati Uniti del Sud non esiste la torba, allora essi abbiano sperimentato le botti carbonizzate per creare uno stile che si avvicinasse molto al whisky torbato. 

Dai Bourbon del Kentucky, dal Bulleit al Buffalo, da Maker's Mark al Wild Turkey, al whisky del Tennessee di Jack Daniel's, scopri la selezione dei migliori Bourbon whiskey, da gustare lisci, con ghiaccio ("on the rocks"), o in cocktail come il Bourbon Whisky Sour o l'Old Fashioned. 

Imposta ordine discendente

Imposta ordine discendente