Distillati & Liquori

Quelle dei distillati e liquori sono tipologie di prodotti nate rispettivamente da un processo di distillazione di un fermentato, nel primo caso, e da un'infusione di alcune sostanze in una soluzione idroalcolica. Se sei un amante dei distillati o liquori allora qui ti trovi decisamente nel posto giusto: in questa sezione troverai in vendita online un mondo variegato e complesso di oltre 1000 prodotti, costituiti da alcuni dei migliori whisky (sia irlandesi che scotch, oltre ai torbati di Islay, i Bourbon e i purissimi giapponesi), Rum dei Caraibi e non solo, Gin, Tequila, Vodka ed il distillato italiano per eccellenza, la Grappa, in versione sia bianca che barricata, monovitigno, poli-vitigno e aromatizzata.

I distillati sono un prodotto nato da un processo di distillazione di un fermentato, in genere di origine vegetale, come cereali, radici, canna da zucchero, tuberi, frutti o anche vino. Quella della distillazione è una tecnica antichissima; risale all'epoca dei Babilonesi e degli antichi Egizi, che la utilizzavano per creare elisir. Alcune migliorie vennero poi apportate dagli antichi Greci e dai Romani, ma ancora non venivano utilizzati per creare acquaviti; bisogna aspettare gli alchimisti del X secolo, quando grazie agli insegnamenti dei medici arabi si iniziarono ad utilizzare alambicchi per distillare vini.

La produzione di un distillato è un procedimento complesso che si struttura in 5 fasi:

1 Preparazione del mosto: è la materia prima che viene sottoposta alla fermentazione alcolica; si tratta di vinacce (nel caso della Grappa), di cereali (per Gin, Whisky e Vodka, quest'ultima ottenuta anche dai tuberi), di vino (per Cognac, Armagnac e Brandy), canna da zucchero (per i Rum) e Agave per (Tequila e Mezcal). In questo caso, se la materia prima è ricca di acqua e zuccheri semplici, basta pressare per ottenere un succo dolcissimo. Nel caso invece di grano e tuberi invece l'amido, essendo uno zucchero complesso, è difficilmente solubile e fermentescibile; in questo caso è necessaria una fase di maltaggio, ossia le materie prime vengono immerse in acqua, che stimola l'attività vegetativa e l'azione degli enzimi, i quali demoliscono l'amido in uno zucchero più semplice che si chiama maltosio. Quindi si effettua un essiccamento per evitare il germogliamento (che altrimenti creerebbe un prodotto come ad esempio il malto d'orzo), si macina e si fa un'infusione in acqua riscaldata.

2 Fermentazione: in questa fase, grazie all'azione dei lieviti, si trasformano i zuccheri presenti nel mosto in alcol; questo processo dura da pochi giorni fino ad un mese.

3 Distillazione: in questa fase si utilizzano alambicchi che possono essere a ciclo discontinuo, facendo una "cotta" alla volta, o continuo, senza interruzioni. Con la distillazione si ottengono tre parti diverse di distillato: le teste (consistono in alcol metilico, tossico per l'organismo umano), il cuore (la parte migliore del distillato) e le code (sono presenti impurità che vanno scartate). Qui entra in gioco l'abilità del mastro distillatore, di tagliare teste e code per mantenere solo il cuore.

4 Stabilizzazione: mentre alcuni distillati vengono imbottigliati direttamente, "a grado pieno", per tanti altri distillati si riduce il grado alcolico tramite la diluizione con acqua deionizzata, per essere poi raffreddato per diverse ore, per condensare le parti più pesanti del distillato, ed essere infine filtrato di queste parti.

5 Invecchiamento: è una fase che può permettere di arricchire i distillati di note più morbide e dolci, come spezie, tostatura, vaniglia, frutta secca o miele. Per alcuni distillati l'invecchiamento è obbligatorio, basti pensare ai Whisky o ai Cognac, mentre per Grappa (ad esempio la Grappa barricata), Gin e altri distillati è un processo che può effettuarsi a discrezione del produttore.

 

Quello dei liquori, invece, è un mondo nato tra i conventi e i monasteri già nel Medioevo (basti pensare alla Chartreuse). Il liquore è una bevanda alcolica che viene aromatizzata attraverso un'infusione, macerazione o miscelazione in alcol etilico di olii essenziali o altre sostanze naturali; possono essere scorze di limone, come nel caso del limoncello, erbe di vario tipo per ottenere un amaro, uovo, latte e rum nel caso del bombardino, petali di rose nel caso del rosolio, fiori di camomilla, genepy e liquirizia per gli omonimi liquori.

I liquori sono una categoria di prodotti molto versatili, che sono oggi protagonisti di molti cocktail e long drink, anche se riescono ad esprimere il loro meglio se vengono degustati lisci, sia in occasioni di aperitivo che come digestivo.

 
Dalla Grappa, bianca o barricata, alle diverse espressioni di whisky (scozzese, irlandese, torbato, Bourbon o giapponese), dai Gin alle Tequila, Rum e Vodka, oltre alla vasta selezione di liquori, dall'amaro a limoncello o liquirizia, scorri in basso e scopri la selezione di distillati e liquori a prezzi convenienti dell'enoteca Wine Online.

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5