Alto Adige / Südtirol

Quando si pensa all'Alto Adige / Südtirol si immagina una regione che offre vini di una straordinaria omogeneità qualitativa, in tutte le sue zone. Il palato più esperto, però, riesce a cogliere le sfumature presenti in una particolare area, nella diversa mano del produttore e così via. Da realtà cooperative, sorte nel lontano 1893, a piccoli produttori e famiglie storiche, la provincia autonoma dell'Alto Adige offre vini, sempre più spesso premiati dalla critica, che si stanno specializzando nel rappresentare in maniera sempre più autentica il proprio territorio.

La viticoltura in Alto Adige è un'arte le cui origini sono antichissime; alcuni ritrovamenti di vinaccioli nella zona di Bressanone testimoniano che la viticoltura venisse praticata già nel 500 a.C.. Dalla piana di Bolzano alla Val Venosta, dalle zone di Terlano ed Appiano alla leggerezza dei vini del lago di Caldaro e Santa Maddalena, il Südtirol è caratterizzato da un mosaico di esposizioni, suoli ed altitudini diverse.

È una regione a trazione storica di vitigni a bacca bianca, rappresentando oltre il 60% della produzione, conosciuta per la finezza e il carattere seducente dei propri vini, dalla coltivazione delle uve Chardonnay, Gewürztraminer, Pinot Bianco e Grigio, Müller-Thurgau, Riesling, oppure i magari meno noti Sylvaner o Veltliner.Tuttavia, sta acquisendo una rinomanza crescente anche la produzione di vini rossi, dai più pieni e corposi, come l'autoctono Lagrein o il Cabernet Sauvignon, o altri più classici ed eleganti come il Pinot Nero, il Merlot oppure l'uva autoctona Vernatsch (conosciuta anche con il sinonimo di Schiava); quest'ultima rappresenta l'uva più caratteristica della regione, con il suo profilo fresco e fruttato, e la sua estesa produzione, essendo infatti l'uva a bacca rossa maggiormente coltivata.

L'Alto Adige / Südtirol è inoltre un'area vitivinicola dalla storica produzione spumantistica; le prime bollicine furono infatti prodotte già nel 1902 nella cantina di Appiano, produzione che si stoppò al verificarsi delle Guerre Mondiali, e che, per opera di pionieri produttori, riprese a partire dagli anni '60, dapprima con il metodo Charmat/Martinotti, ed in seguito anche con il Metodo Classico.

Noi di wine-online abbiamo selezionato quelle cantine ritenute maggiormente espressive del territorio, così come altre che magari potresti non aver sentito parlare. Da Kettmeir ad Arunda, da Pfitscher a Lorenz Martini, scopri tutti i vini di questa variegata regione.

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4