Cabernet Sauvignon

Il Cabernet Sauvignon è un vitigno internazionale a bacca rossa tra i più diffusi e conosciuti al mondo. La varietà francese nasce nella regione Bordeaux, sulla sponda sinistra del fiume Gironda, dove dà vita ad alcuni dei migliori vini rossi al mondo, con il suo tradizionale taglio bordolese con il Merlot ed il Cabernet Franc. Il vitigno ha trovato in svariati angoli sparsi in tutto il mondo delle aree ideali alla sua produzione, divenendo oggi una delle varietà più coltivate al mondo, dalla Napa Valley in California, all'Australia ed anche in molte regioni italiane.

Il Cabernet Sauvignon si esprime al meglio in climi moderati o caldi, con aromi che vanno dalla frutta rossa matura ed a bacca nera, a sfumature vegetali di peperone ed erbe aromatiche, queste ultime più presenti in climi più moderati o in espressioni di vino più fresche e beverine.

In Italia si contano qualcosa come oltre 13 mila ettari vitati di Cabernet Sauvignon; il vitigno è coltivato pressoché in tutto lo stivale, con regioni come Friuli, Veneto, Toscana, Sicilia o Trentino Alto Adige, dove spesso provengono le migliori interpretazioni. Il Cabernet Sauvignon Friuli nasce nelle Grave, nell'area di Aquileia o anche nel Collio, mentre in Veneto lo troviamo con notevoli espressioni nei Colli Euganei, dove i suoli sono di origine vulcanica; in Toscana il Cabernet ha dato vita negli anni '70 al fenomeno dei "Supertuscan", vini inizialmente senza dominazione di origine dal costo di diverse centinaia di euro, mentre in Sicilia ha trovato nel clima caldo isolano una seconda casa, con interessanti interpretazioni di cabernet sauvignon barricato come quella di Tasca D'Almerita.

Il Cabernet Sauvignon, il cui primo riferimento scritto risale al Diciottesimo secolo, è nato dall'incrocio spontaneo dei vitigni Cabernet Franc e Sauvignon Blanc, da cui prende il suo nome; la varietà è caratterizzata da una notevole carica tannica ed acidità, caratteristiche che lo rendono ideale all'invecchiamento, ed è in grado, nonostante abbia delle caratteristiche chiare per cui diventa facilmente riconoscibile, di esprimere il terroir da cui è originato.

Uno dei suoi punti chiave dal punto di vista enologico, che può dar vita a diversi stili di Cabernet, è quella della macerazione: in caso di una macerazione breve è in grado di dar vita ad ottimi vini freschi e beverini, ma in caso di una prolungata macerazione (almeno 3 settimane) il vino potrà avere una struttura ed un potenziale di invecchiamento straordinario, per cui sarà necessario un graduale affinamento in barrique per potersi esprimere al meglio.

Le uve Cabernet Sauvignon, a seconda del diverso stile con cui viene prodotto, si presta ad abbinamenti come antipasti di salumi e formaggi stagionati, primi piatti al sugo, lasagne, o secondi piatti come carni di maiale ed alla griglia. Dalle espressioni fresche ed eleganti di Cabernet del Friuli di Filare Italia, Villa Vitas o Draga, a quelle del Veneto di Quota 101, La Montecchia o La Frassina, oppure anche alle siciliane di Tasca d'Almerita o le californiane della Napa Valley di Michael Mondavi, scorri in basso e scopri alcuni dei migliori Cabernet Sauvignon italiani.

Set Descending Direction
Page:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Set Descending Direction
Page:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5